• gallery

Istituto Pontificio Biblico – Aula Conferenze

Questo lavoro ha riguardato la riqualificazione di un’aula al 2° piano dell’Istituto Pontificio Biblico in Roma che presentava dei vetusti controsoffitti in gesso nei quali erano incassate “random” delle grosse lampade in alluminio.
La grande aula di circa 180 posti è divisa al centro da un telaio portante costituito da due grossi pilastri, una trave a terra ed una a soffitto. Tra la prima parte e la seconda c’è anche un piccolo salto di quota superato da due gradini.
Il nostro progetto è partito da questo “vincolo” prevedendo un’onda centrale a soffitto che, partendo dal banco oratori in basso arriva fino alla parte più alta favorendo in primo luogo la diffusione delle onde sonore e poi contribuendo a collegare visivamente e geometricamente le due zone.
Il resto dei soffitti è stato suddiviso per aree nelle quali il verso della fresatura del 4akustik si alterna in sequenze orizzontale-verticale a seconda del punto di vista di chi guarda. Ciò anche allo scopo di armonizzare il forte “fuori squadro” di due pareti della sala. Il materiale posato è in parte fonoassorbente ed in parte riflettente assortito come sempre secondo una logica di ottimizzazione e diffusione del suono e contemporaneamente di riduzione del riverbero.
Lungo tutto il perimetro è stata costruita una “gola” di cartongesso a larghezza costante che nasconde stripled. L’illuminazione principale della sala è garantita da tagli di luce lungo tutta l’onda centrale e sul banco oratori e da fari tondi ad incasso nelle superfici piane. La tecnologia è interamente Led ed il posizionamento e la potenza dei corpi illuminanti sono stati definiti attraverso un progetto Illuminotecnico. È stata anche ripristinata ed ottimizzata la diffusione audio attraverso dieci casse poste lungo tutto il soffitto in punti strategici dell’aula.
Il sistema travi pilastri è stato rivestito in 4akustik con passo più stretto (12/4) per minimizzarne l’impatto visivo.
Nel complesso in progetto è perfettamente riuscito restituendo all’aula leggerezza e modernità e trovando il pieno consenso della nostra committenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *